in compagnia di Vittorio Garatti

Toc toc toc. È ancora Silvana che mi parla via messenger. Sono le 22. Mi ha appena inviato una foto del nostro comune amico Vittorio. È per colpa sua che ci siamo conosciute. Non siamo amiche reali ma virtuali. Ma nulla cambia. La sua presenza è chiara e forte. È come se le nostre anime, come accade poche volte nella vita, si riconoscessero.

Leggi tutto “in compagnia di Vittorio Garatti”

1000 miglia nel Mediterraneo

Sul molo di Rodi salutiamo gli ospiti. Le 7 settimane non stop sono terminate. Una volta messo piede a terra la voglia di salire a bordo è pari a zero. Non perchè non ami vivere in barca, anzi. È solo che su questa in particolare siamo sempre all’ancora e la terra è solo un miraggio lontano. Come tutte le cose ciò che non hai è quello che vuoi. Leggi tutto “1000 miglia nel Mediterraneo”

Kastellorizo

Sono le 7 di mattina. Stiamo salpando da Rodi. Dopo 4 ore abbondanti di navigazione, finalmente terra. Turchia. Montagne altissime in prossimità della costa si stagliano alte nel cielo. C’è foschia. L’ombra che si delinea all’orizzonte sale fino la prima crocetta. Più ci avviciniamo più le cime diventano maestose. Vado a guardare sulla carta: El ma cik dagi 1478 mt. Bara dagi 1968 mt. Così vicine alla costa diventano montange mastodontiche.

Leggi tutto “Kastellorizo”

l’industria del mare

Siamo arrivati alla sesta settimana di lavoro non stop. Solo a Samos abbiamo avuto una mattina libera che ho sfruttato dormendo fino a mezzogiorno. L’equipaggio è allo stremo delle energie, non solo fisiche, quelle quasi non contano, ma sono le mentali che ormai sono al rosso fisso.

Leggi tutto “l’industria del mare”

vespe e api in baia

Baia perfetta. Selvaggia, non c’è nessuno. Tutti si preparano per farsi un bagno. Le ragazze di bordo si cospargono diligenti la crema per il sole molto profumata. In un batti baleno a bordo scatta il corri corri. Il profumo attira ospiti indesiderate. Api e soprattutto vespe ovunque. Il panico. Il capitano viene colpito per primo. “Aia, cavolo fa male!”

Leggi tutto “vespe e api in baia”

creatività in cucina

Sono innumerevoli le volte che mi sono ritrovata a fare la spesa in luoghi remoti della terra o dove semplicemente essendoci pochi abitanti non si trova nulla o quasi. Qui in Grecia, cosa che sembra molto strana a dirsi, è difficile trovare pesce fresco di taglia medio-grande. Ogni volta quindi, del pesce che riusciamo a trovare, dopo averlo sfilettato, ne estraggo ogni singolo microscopico pezzetto di carne. Le guance, la parte superiore della testa eccetera.

Leggi tutto “creatività in cucina”

notte insonne

Tra due giorni il nostro primo charter lungo ben 3 settimane finirà. Il comandante mi chiede di telefonare a Mimmo. Lo guardo con occhi curiosi “ma sai che mio padre si chiama Mimmo?” ridacchiando confessa che è il nome del benzinaio di Reggio Calabria dove dobbiamo fare rifornimento a metà viaggio tra la Sardegna e la profonda Grecia, quella attaccata alla Turchia.

Leggi tutto “notte insonne”

all’ancora con il maestralino

Tra le bocche di bonifacio è possibile che tiri un bel venticello da nord est… maestralino teso previsto in giornata. Riusciamo a mettere l’ancora per tempo. L’unico spazio disponibile di sabbia rimasto nella selva acquatica di poseidonia. Il vento inizia ad alzarsi e lentamente ma inesorabilemente e raggiunge un fisso di 30 nodi.

Leggi tutto “all’ancora con il maestralino”

chef di bordo

Entro per la prima volta nella cucina di bordo, questa volta di un wally. Più o meno però sono tutte simili. Frigoriferi piccoli, se sei fortunata un freezer che funziona quando vuole ma sempre piccolo anche lui. Superficie di lavoro di circa 1 metro dove devi ovviamente impiattare i cibi prelibati per i proprietari e i loro amici. In questo specifico caso gli oblò microscopici della cucina invece di essere trasparenti e lasciare la luce del sole entrare, sono ricoperti di teak. Il buio assoluto, quindi luce artificiale 24 su 24. Da abbronzata che ero son tornata versione mozzarella.

Leggi tutto “chef di bordo”