angelo nordico

Mi trovavo nuovamente a lavorare in Mediterraneo su un veliero di 43 mt. In quei giorni un lettore del mio libro “Svalbard a vela nell’arcipelago di ghiaccio”, che ho scritto ormai tanti anni fa, ben tre, come tanti hanno fatto mi contatta. Leggi tutto “angelo nordico”

e intanto il mare muore

Arrivo sudata a STP (servicios tecnicos portuarios) per firmare il contratto stagionale. Il cantiere navale STP, forse il più importante nel mediterraneo, ospita senza sosta i gioielli acquatici più preziosi. Non l’ho mai visto vuoto.

Leggi tutto “e intanto il mare muore”

avventure terrestri con un comandante vero

Sono mesi che sono a terra. Sono sbarcata dal bellissimo veliero della stagione il 31 settembre. Vivo a Palma de Mallorca da un po’. Ho deciso di infilare qualche radice qui. Per noi viandanti, lo sono ormai da quando ho 18 anni, trovare un luogo dove fare cuccia non è una cosa facile.

Leggi tutto “avventure terrestri con un comandante vero”

vespe e api in baia

Baia perfetta. Selvaggia, non c’è nessuno. Tutti si preparano per farsi un bagno. Le ragazze di bordo si cospargono diligenti la crema per il sole molto profumata. In un batti baleno a bordo scatta il corri corri. Il profumo attira ospiti indesiderate. Api e soprattutto vespe ovunque. Il panico. Il capitano viene colpito per primo. “Aia, cavolo fa male!”

Leggi tutto “vespe e api in baia”

chef di bordo

Entro per la prima volta nella cucina di bordo, questa volta di un wally. Più o meno però sono tutte simili. Frigoriferi piccoli, se sei fortunata un freezer che funziona quando vuole ma sempre piccolo anche lui. Superficie di lavoro di circa 1 metro dove devi ovviamente impiattare i cibi prelibati per i proprietari e i loro amici. In questo specifico caso gli oblò microscopici della cucina invece di essere trasparenti e lasciare la luce del sole entrare, sono ricoperti di teak. Il buio assoluto, quindi luce artificiale 24 su 24. Da abbronzata che ero son tornata versione mozzarella.

Leggi tutto “chef di bordo”

Thalassa perchè

Pochi giorni fa ero al telefono con la mia amica Francesca. “Sai Fra, finalmente il progetto blog sta prendendo forma ma… uff il titolo. Come lo chiamo? Il meraviglioso mondo di Laura, pensando al film della francesina con la testa tra le nuvole e il sorriso sbarazzino? O forse il dinamico mondo di Laura, visto chi sono, potrebbe essere adatto e chiarificatore. Che dici? O magari, riferendomi alla mia vita di mare mutevole, il fluido mondo di Laura?” No La. Non vanno bene!”

Leggi tutto “Thalassa perchè”

Libro di bordo. “Svalbard a vela nell’arcipelago di ghiaccio”

Libri. Ecco il racconto della scrittrice Laura Canepuccia e di cosa a spinto la donna cuoca marinaia a scrivere il libro “Svalbard, a vela nell’arcipelago di ghiaccio” pubblicato su Solo Vela Net n.28 del 2016

Leggi tutto “Libro di bordo. “Svalbard a vela nell’arcipelago di ghiaccio””

Cara volvo ocean race, le donne non devono conquistarsi un posto sulle barche

una velista- scrittrice commenta la notizia del cambio di regole del giro del mondo in equipaggio che vuole potenziare le “quote rosa”. “Ma nel mondo marittimo così spiccatamente maschile – c’è poi così tanta differenza tra uomini e donne?” di Laura Canepuccia la stampa.it 24 ottobre 2016

Leggi tutto “Cara volvo ocean race, le donne non devono conquistarsi un posto sulle barche”